LA PRODUZIONE

Prima fase

Dopo la trebbiatura e la conservazione della granella di riso in silos, otteniamo quello che viene chiamato risone o riso greggio (untraded or paddy rice). A questo punto il grano è coperto da una buccia ruvida e dura, chiamata pula. La pula rappresenta il 20% del peso del grano e deve essere rimossa per rendere il riso commestibile. Inoltre, frammenti di erba e terreno vengono sifonati, le pietre vengono rimosse e in questa fase si estraggono materiali ferrosi con potenti magneti. In passato, il riso veniva pulito manualmente; infatti la pula veniva rimossa martellando il risone con un mortaio e un pestello. A partire dal 1600, questo sistema iniziò a diventare meccanizzato. Sebbene oggigiorno l’industria del riso si avvalga di attrezzature altamente sofisticate, le basi del processo di produzione del riso sono le stesse di molti anni fa.

Seconda fase

Il chicco di riso decorticato viene poi levigato e privato del suo strato esterno, utilizzando una speciale macchina chiamata sbramino, composta da due strisce girevoli di gomma. Alla fine di questo processo si ottiene il riso semigreggio comunemente noto in inglese come whole grain rice. Questo tipo di riso è più salutare del riso bianco a causa dell’elevata presenza di nutrienti preziosi.

Terza fase

L’ultimo passo del processo di trasformazione è lo sbiancamento. È fatto usando solo una macina, senza alcun trattamento chimico del riso integrale. Infine, il riso viene raccolto in un setaccio e ispezionato; tutti i chicchi imperfetti vengono scartati. In questo modo otteniamo un riso bianco raffinato e di alta qualità senza pezzi scuri o spezzati.

Packaging

Abbiamo preso la decisione di non mettere il nostro riso in confezioni sottovuoto; piuttosto, abbiamo optato per un pacchetto di atmosfera monitorata che permetta al riso di “respirare” e che offra ai nostri clienti un’esperienza olfattiva unica al momento dell’apertura del pacco.